Project Description

Ristorante La Maison du Gourmet

Punteggio: 5 / 5
Prezzo (escluso bevande): 40 / 60,00 euro cad.

  • CHEF:
    TITOLARE: Benedetto Crasta / Martina Chianese

  • Ristorante Le Maison du Gourmet - manù
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • maison-gourmand
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Ristorante Le Maison du Gourmet
  • Maison du gourmet - risotto graukase-sito
  • Maison du gourmet - rombo-sito
  • Maison du gourmet - diaframma-sito

Specialità consigliate

  • Salmone marinato e affumicato, crema di yogurt, sedano, mela e lampone
  • Pancia di maialino marinata allo zenzero e soya, crema di zucca e cipolla rossa
  • Carpaccio di orata, riduzione di chinotto, gel di cedrata e mandorle tostate
  • Sgombro marinato, salsa di soya e miele, sfere di limone e pestato di nocciole al mortaio
  • Risotto alla burrata affumicata, limone candito e peperone liquido, polvere di capperi
  • Tagliolini al cacciucco, gamberi rossi di Porto Santo Spirito, sentori di lemongrass
  • Mezzi paccheri, seppia arrostita, crema di cime di rapa e pomodori essiccati
  • Cappellacci ripieni di cavallo, crema di friggitelli e patate croccanti
  • Bottoni al Prosciutto di Parma in tre consistenze: pomodoro secco e cipolla, robiola e rucola
  • Risotto al graukase, mela verde, katzoubushi e aceto di mela
  • Filetto di maccarello arrostito, laccato al vin cotto, cipollotto al cartoccio e crema di finocchi
  • Filetto di rombo, crema di radici bianche e aglio nero
  • Punta di vitello croccante, patata soffiata al burro e salsa di amarene
  • Petto a bassa temperatura, coscia confit e bon bon di aletta fritta, terra di castagne, gel di carote e mirtilli freschi
  • Diaframma di cavallo bieta rossa e te lapsang souchong
  • Spuma di cappuccino, gelato al caffè e frollino al latte e miglio
  • Biscuit alla nocciola, crema al limone e meringa bruciata Torta al cioccolato fondente, salsa all’arancia, gelato al cioccolato e acqua di rose nebulizzata
  • Crema pasticciera al mais, crumble speziato, cheese cake al lambrusco e frutto della passione
  • Cremoso alla ricotta, riduzione al vin santo, mela marinata e mandorle tostate
  • Semifreddo alle noci, crema al gianduia, fava tonta e caviale ghiacciato al caffè

Solitamente l’apertura di un nuovo ristorante in città genera interesse, sia per chi ama la cucina sia per chi la fa. Specialmente poi se la città in questione è piccola come Parma e la concorrenza è di alto livello.  Siamo nella food valley e la qualità della maggior parte dei ristoranti è indiscussa, quindi mettersi in concorrenza con locali più conosciuti e apprezzati è alquanto rischioso…per questo quando mi sono recato a provare i piatti di questo nuovo locale ero curioso di vederne la qualità.

Questo nuovo ristorante La Maison du Gourmet, sorge sulle ceneri di un locale dismesso da qualche anno “il Piccolo Principe“, a Coloreto, una piccola frazione alle porte di Parma.

Il locale si trova in un vecchio edificio rustico, completamente ristrutturato, circondato dal verde con ampie vetrate e parcheggio privato. L’edificio suddiviso in due piani, è stato riconcepito come lounge bar e ristorante, con arredi che richiamano sia l’occidente che l’oriente. Una fusione dettata dalle esperienze all’estero dei due titolari Benedetto e Martina che volevano ricreare un clima confortevole e di classe dove poter gustare piatti ricercati o sorseggiare un’aperitivo. Il clima è formale ed accogliente, un’ambiente ricercato, caldo, dettato anche dalla presenza del legno che ritroviamo sia nel soffitto con travi a vista al piano superiore, sia al piano terra con il lungo bancone di 6 metri adibito a lounge bar.

Il ristorante, che si trova al piano superiore è caratterizzato da un’arredamento minimal, con mise en place direttamente sui tavoli, musica di sottofondo e ampie vetrate dal quale scorgere la campagna circostante (se poi andate per cena la vista al tramonto è impagabile!)

La cucina, che era il mio interesse maggiore, è stata una bella scoperta!

Portate ricche di contrasti, dalle consistenze diverse, esprimono una cucina ricercata, innovativa, dove il tradizionale si allinea al nuovo grazie allo Chef Giorgio Schiffegger, cuoco dalle origini venete, con esperienze stellate e francesi. Lo chef, sia nei piatti di carne che di pesce, propone portate che appagano il palato con sapori ben bilanciati e l’occhio con impiattamenti colorati e vivaci.

Ogni portata viene presentata da Benedetto che ne enfatizza le materie prime e la lavorazione. Il Servizio è gentile e competente.

Un ristorante Gourmet che nonostante sia nato da poco, a mio parere, ha buone possibilità di “ribaltare“ la classifica cittadina, ottenendo buoni risultati…. e visto come mi sono trovato glielo auguro!

Provatelo e poi mi direte!

NB. (Ottobre 2017)
Ora al Maison du Gourmet c’è lo chef  Vincenzo Dinatale! Professionista di grande esperienza.
Aggiornamento Recensione :

Ad un’anno di distanza siamo tornati al Maison Du Gourmet per provare i piatti del nuovo chef Vincenzo Dinatale.

La location è sempre accogliente, molto bella e elegante. Il servizio che era già buono è migliorato, e i piatti beh che dire, super! Un salto di qualità molto evidente già dalle prime portate, che man mano portano a capire la sua grande esperienza e bravura. Finalista come Young Chef San Pellegrino 2017, ha lavorato in importanti stellati in italia, inghilterra e spagna, come “Il Pellicano” di Porto Ercole e El Celler De Can Roca, uno dei migliori ristoranti al mondo. La sua cucina frutto non solo della mente fantasiosa ma anche sinonimo di sensazioni, esperienze e sentimenti, da un’impronta nuova al locale, migliorandolo in modo netto grazie a piatti che stupiscono per bellezza, armonia dei colori e eleganza ma soprattutto per un gusto sempre equilibrato e delicatissimo.
Complimenti!