Project Description

Logo Vita da Chef - Simon Italian Food

Chef
Marco Marsili

  • Ristorante Casimiro e Voi
    c/o Borgo Casale Relais
    Località Casale 340, 43051 Albareto – Parma
    Vai al sito web

Nato il 26 Giugno 1987 a Bolzano.
Marco Marsili, convinto da subito di voler fare il cuoco, decide di frequentare la scuola alberghiera “Cesare Ritz” di Merano, dove si diploma nel 2006. Da questo momento inizia il suo viaggio nella cucina di Montagna, tra le radici di casa, tra alberghi e trattorie della zona per imparare a conoscere le proprie origini.

Nel 2008 sicuro del proprio bagaglio e forte delle proprie tradizioni, si trasferisce in Toscana per intraprendere nuove esperienze ed esplorare nuovi stili e culture. Un sogno lungo tre anni, dapprima al Castello del Trebbio presso il ristorante “La Sosta del Gusto e poi a Firenze in locali frequentati dalla squadra di calcio della Fiorentina.

Concluso questo periodo, a fine del 2010 decide di trasferirsi nuovamente sui colli fiorentini nel ristoranteLa Panacea”, e successivamente nel 2011 ritornato a casa, all’“Hosteria Plazores”, locale Slow Food della sua zona nativa. La voglia di cose semplici e di tradizione lo riportano infatti in Alto Adige, dove inizia a definire la propria cucina, delineando un pensiero Agricolo-Chic.

Pignol

Il 2013 sarà l’anno della svolta, della voglia di fare e scoprire di più. Dapprima con uno stage alla “Locanda di Pieronei pressi di Vicenza, e poi a Bologna nel ristoranteLeoni”. La fame di conoscenza e la consapevolezza di una nuova cucina intrapresa lo portano nel 2014 all’esperienza che gli cambierà la vita: “Antica Corte Pallavicina” dallo chef stellato Massimo Spigaroli. Qui comprenderà che il suo pensiero “Agricolo-Chic“ può vestirsi in frac.
Nel 2015 si trasferisce a Ferrara presso il ristorante “Don Giovanni” dove potrà colmare le lacune della parte “pasticceria“. Mentre nel 2016 arriva la grande scommessa: Borgo Casale e il ristorante “Casimiro e Voi” ad Albareto in provincia di Parma. Un luogo dove finalmente potrà rendere concrete le idee e i pensieri da sempre coltivati.

In un crescendo di gusti, tecniche e ingredienti, troverà sfogo il suo estro, realizzando portate nel rispetto della stagionalità ma contaminate in parte dalla cucina orientale e francese senza dimenticare la tradizione italiana.

Il piatto dello Chef: Piccione ubriaco (marinato di piccione al sesamo, blu di capra e cipolla fondente)