Il cibo torna protagonista: il 2018 è l’anno del cibo italiano

/, Curiosità, News/Il cibo torna protagonista: il 2018 è l’anno del cibo italiano

Tutte le foto: beniculturali.it

Proclamato il 2018 Anno nazionale del cibo italiano dai ministri Franceschini e Martina 

Manifestazioni, iniziative, eventi legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica del nostro Paese a cominciare da gennaio

La prima operazione di promozione verrà avviata con la campagna social del profilo Instagram @museitaliani sull’anno del cibo (in copertina la campagna per Parma) tutta incentrata su alimenti e piatti d’autore, realizzati con tempera e chiaro scuro, in marmo o su ceramica: l’account posta e condivide circa 50 locandine digitali.

Si punterà dunque sulla valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo come la dieta mediterranea, Parma città creativa della gastronomia e all’arte del pizzaiuolo napoletano. Occasione poi per il sostegno alla candidatura già avviata per il Prosecco e l’Amatriciana.

Le regole della campagna social Instagram

Visita gli oltre 420 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura italiani, cerca, fotografa e condividi il tema del mese con l’hashtag #annodelciboitaliano

Il Ministro Maurizio Martina omaggia Gualtiero Marchesi

“I successi economici del settore food nel 2017 ha toccato il record di export a 40 miliardi di euro, ma vogliamo anche ribadire il legame profondo tra cibo, paesaggio, identità, cultura. Lo faremo coinvolgendo i protagonisti a partire da agricoltori, allevatori, pescatori, cuochi. E credo che in quest’ottica sia giusto dedicare l’anno del cibo ad una figura come Gualtiero Marchesi, che ha incarnato davvero questi valori facendoli conoscere a livello internazionale” ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina.

Felice Boselli. DISPENSA CON SELVAGGINA, PUNTA DI FORMAGGIO LIMONI, GATTO, COLOMBA E PORCELLINO D’INDIA (1650-1732)

Altra novità: etichettatura d’origine per la pasta

L’entrata in vigore dell’etichettatura d’origine per la pasta scatterà da febbraio. Sì perché un pacco di pasta su tre è fatto con grano straniero, ecco perché Coldiretti ha sostenuto questo provvedimento, assicurando maggiore trasparenza.

Invasione cinese: anche il riso va tutelato

Così l’Italia, principale Paese produttore di riso in Europa, si dovrà tutelare dall’invasione asiatica. Etichettatura d’origine a partire da febbraio 2018 che garantirà sicurezza alimentare.

Così anche per tutti i derivati dal pomodoro dopo che nel 2017 arrivarono in Italia decine di milioni di chili di concentrato di pomodoro cinese senza indicazione in etichetta creando parecchio scalpore (e dalla qualità dubbia ndr).









By |2018-01-25T00:35:38+00:0025 gennaio, 2018|Business, Curiosità, News|

Il nostro autore:

Nato musicista, cresciuto grafico e convertito sviluppatore web. Instancabile mangiatore, amante delle bollicine francesi. CEO, Webmaster e Seo manager di Simon Italian Food.

Iscriviti alla nostra mailing list!

Ogni mese un sacco di nuove news!







Simon Italian Food userà queste informazioni per rimanere in contatto e mandarti delle news sul mondo del food nonché le ultime recension ai ristoranti. Facci sapere se possiamo inviarti anche le nostre promozioni!

Potrai cambiare idea in qualsiasi momento cliccando su “Annulla la tua iscrizione” nel footer di ogni email che riceverai da noi, oppure scrivendo a pubblicita@simonitalianfood.com.
Trattiamo le tue informazioni nel rispetto della legge.
Per qualsiasi informazione sulla privacy, visita il nostro sito web.
Cliccando su “Iscriviti” accetti i termini.

Mailchimp è la nostra piattaforma marketing. Cliccando su “Iscriviti”, accetti che le tue informazioni siano processate da Mailchimp. Leggi di più sulla privacy di Mailchimp.